Contattaci subito per richiedere informazioni!

Labbra Sottili Stop

con la chirurgia estetica per le labbra

La bocca è spesso oggetto di attrazione e sensualità soprattutto quando sono piene e carnose, ma non tutte le donne nascono con questa caratteristiche ecco perché la cheiloplastica rientra tra gli interventi di chirurgia estetica più richiesti.

Non è infatti da sottovalutare il carico simbolico che questo dettaglio del volto interpreta perfettamente e che lo rende primario di fronte all’idea di bellezza che la paziente vuole ottenere.

Prima di procedere con la chirurgia per riempire delle labbra sottili, quindi, è importante capire quale possa essere l’aspettativa della paziente ed uniformarlo il più possibile ad un risultato naturale e soddisfacente.

Ma non sempre il fine della chirurgia delle labbra è esclusivamente quello di dare volume aggiuntivo ad una bocca sottile; spesso è anche quello di regalare armoniosità e morbidezza a labbra che mal si sposano con tutti gli altri lineamenti del viso.

Secondo un’ideale di bellezza spesso sponsorizzato anche dalla televisione o dalle icone di femminilità, una bocca attraente dovrebbe presentare una carnosità moderata ed una forma tendenzialmente a cuore ecco quindi il motivo per cui, non solo la sottigliezza ma anche la forma della bocca, tornano a giocare un ruolo centrale nell’idea di labbra perfette.

 

Quali correzioni può apportare la chirurgia alle labbra

 

Anche se la richiesta più spesso avanzata è quella di rendere carnose delle labbra sottili, non sono così inusuali le ricerche di una maggiore armonizzazione delle stesse, soprattutto quando sono asimmetriche o quando uno dei due labbri, o quello inferiore o quello superiore, si presenta di gran lunga più sottile del controlaterale; molto più raramente viene richiesta una correzione di riduzione su labbra troppo grosse.

La maggioranza di candidati all’intervento sono per lo più donne, malgrado anche una piccola percentuale di uomini richieda sempre più spesso un intervento di chirurgia alle labbra.

Pur essendo catalogati come trattamenti di medicina estetica, rientrano nella categoria anche le correzioni delle rughe attorno alle labbra, definite “codice a barre”, attraverso l’utilizzo di un filler riempitivo o della tecnica del peeling laser.

 

Chirurgia labbra

 

chirurgia delle labbra sottiliPoiché le labbra sottili risultano essere scarsamente attraenti, rendendo poco seducente e piuttosto severo l’aspetto della bocca, la chirurgia delle labbra ha da sempre rappresentato l’unica soluzione risolutiva al problema. Se in passato l’intervento consisteva nell’inserimento di un filler in silicone non riassorbibile e permanente nel tentativo di offrire un risultato soddisfacente a lungo termine, oggi si propende più per la procedura con un filler di acido ialuronico, riassorbibile e facilmente modellabile.

Nonostante questo tipo di correzione preveda un richiamo all’incirca ogni 6 mesi con un’infiltrazione integrativa, si eliminano tutta una serie di disagi e complicazioni, alcune anche permanenti, dei filler non riassorbibili.

L’intervento viene eseguito in ambulatorio chirurgico in pochi minuti e non richiede degenza; il risultato estetico è subito visibile e non comporta alterazioni tissutali stabili, infezioni o reazioni infiammatorie locali eccessive ed evidenti.

Anche potenziali errori di infiltrazione, in questo caso, sono del tutto scongiurati sia perché il filler si modella con grande malleabilità, sia perché essendo riassorbibile non comporta deturpazioni durature o necessità di interventi correttivi secondari.

 

I fillers per riempire labbra sottili

 

Accanto ad importanti e non sottovalutabili questioni sanitarie, la scelta sempre più presente di fillers riassorbibili per la chirurgia filler labbra sottilidelle labbra sottili parte anche dalla necessità di offrire ad ogni paziente un risultato sempre più vicino a qualcosa di assolutamente naturale piuttosto che stereotipato e plastico.

L’aumento di volume delle labbra sottili con un filler, infatti, non ne stravolge la forma ma la modifica nei punti necessari, adeguandosi alle linee naturali della bocca.

Diventa quindi un obiettivo primario, tanto per il chirurgo quanto per la paziente, evitare risultati discutibili e visibilmente “rifatti”, come potevano essere i classici labbri a canotto di una chirurgia superata.

Il ritocco deve puntare ad un’armonizzazione senza forzature, al fine di creare un aumento di volume sensuale e mai artificioso.

 

In cosa consiste l’infiltrazione di un filler

 

La chirurgia labbra richiede, come ogni altro intervento, una preparazione della paziente a partire da due settimane antecedenti all’aumento delle labbra, mentre per le infiltrazioni di fillers a base di acido ialuronico non sono necessari precauzioni particolari.

Sulla zona da trattare verrà eseguita una blanda anestesia locale, effettuata attraverso iniezioni di anestetico (lidocaina) o più frequentemente con l’applicazione di creme anestetiche, per poi procedere all’infiltrazione del filler nelle zone dove è necessario aumentare il volume.

Solitamente le infiltrazioni di acido ialuronico vengono effettuate in corrispondenza del vermiglione, ovvero la linea di contorno della bocca, aumentando così il volume e la superficie di esposizione superiore ed inferiore del labbro.

Subito dopo il trattamento la zona può apparire tumefatta con la comparsa di possibili ematomi che scompaiono spontaneamente nei giorni successivi.